Rassegna Musikè | Musica Teatro Danza > Danza > COMPAGNIA TOCNADANZA
Giovedì 24 Settembre 2020, ore 21 Badia Polesine (RO), Teatro Sociale Eugenio Balzan Clicca qui per visualizzare la mappa

COMPAGNIA TOCNADANZA

PEGGY UNTITLED
DEDICATED TO PEGGY GUGGENHEIM

Ingresso gratuito con prenotazione fino a esaurimento posti.

Le prenotazioni apriranno alle ore 18.00 di lunedì 21 settembre.

Le capienze sono ridotte, perché lo spettacolo dal vivo possa ripartire in modo sicuro per tutti.
Vi invitiamo a prenotare solo se avete la certezza di partecipare, comunicando eventuali disdette entro il giorno prima dello spettacolo, in modo da liberare i posti per altre persone.
Le prenotazioni sono valide fino a 15 minuti prima dell’inizio dello spettacolo.

Coreografia e regia Michela Barasciutti
Interpreti Sara Cavalieri, Roberta De Rosa, Marco Mantovani, Mirko Paparusso, Giulio Petrucci, Erika Melli
Assistente alle coreografie Giulio Petrucci
Ricerca ed elaborazione musicale Stefano Costantini
Scene luci e costumi Michela Barasciutti
Realizzazione costumi Lorenza Savoini
Realizzazione video Antonio Pintus
Realizzazione luci Costantino Pederoda

Produzione Ravello Festival – Regione Campania con Regione del Veneto, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Festival Veneziaindanza, ArcoDanza

COMPAGNIA TOCNADANZA

Una parte importante della storia dell’arte contemporanea sarebbe stata diversa se non ci fosse stato l’affondamento del Titanic.

Questa premessa, apparentemente curiosa, trova giustificazione nel fatto che nell’affondamento del bastimento perì anche Benjamin Guggenheim, padre di Peggy. La giovanissima Peggy si trovò così catapultata nel ruolo di ricca ereditiera e, come d’uso negli anni dei primi del Novecento, cominciò subito a viaggiare in tutto il mondo frequentando gli intellettuali dell’epoca. Fu il pittore Laurence Vail, a New York, a introdurla all’arte contemporanea, come fecero successivamente Samuel Beckett e Marcel Duchamp.

Alla fine della guerra Peggy si trasferisce a Venezia dove, nel 1948, la Biennale d’Arte espone la sua collezione. Nello stesso anno Peggy acquista Palazzo Venier dei Leoni, dove si trasferisce definitivamente insieme alla sua collezione. Galleggiando con la mente in una città d’acqua che è diventata la casa di Peggy, tra i quadri e le stanze di Ca’ Venier dei Leoni siamo invasi da immagini e visioni sulla sua vita e sull’arte moderna. Ci scopriamo a percorrere un viaggio nel Novecento e, attraverso la figura di una delle protagoniste del secolo, entriamo nella poetica di artisti che hanno segnato la nascita del nostro presente contemporaneo.

Da Picasso a Magritte, da Luigi Nono a Gyorgy Ligeti, tra musica e quadri, ci accompagna una guida d’eccezione: Peggy Guggenheim.

La coreografia è ispirata alla figura di questa fondamentale mecenate e ad alcune opere esposte nella sua casa-museo veneziana.